Mission

BrewFist nasce nel 2010 dalla passione per la birra.
Il progetto si basa sul produrre birre originali, di grande bevibilità e qualità.
BrewFist è sempre alla ricerca di nuovi ingredienti, nuove tecniche e nuove idee…
Con un grande obiettivo: More Beer, More People

Timeline

MARZO 2011

Nasce una birra destinata ad entrare nella storia: SPACEMAN West Coast IPA.

2012

Stufi di avere i corrieri in fila fuori dal birrificio ad aspettare che si finisca di confezionare birra che non farà nemmeno in tempo a vedere il magazzino, mandiamo l’onorata “monotesta” nel Vahlalla e affidiamo alla nuova 5 teste il compito di infustare le nostre birre.

“Quelli di Brewfist sono proprio delle brave persone. Ci fanno sempre trovare la merce pronta da caricare, anzi purtroppo spesso sono loro ad aspettare noi…” (Cit. un corriere)

2013

…30-30-60-90-60…

non diamo i numeri, li facciamo!! Abbiamo bisogno di più volume in cantina, quindi alla schiera di tank da 30 HL se ne aggiungono quattro da 60 HL e uno da 90 HL destinato fin da subito alla Spaceman… saranno sufficienti?

2015

La sete aumenta, sia su territorio nazionale che internazionale. Aumentano le braccia ma soprattutto le teste in casa Brewfist. Cresciamo di numero e di volontà. Non saranno a rischio gli ettolitri in cantina con così tanti “assaggiatori”?!?!

2016 - Più birra, più lavoro!

Una nuova linea di confezionamento: un investimento per la qualità del lavoro e per l’abbattimento del pick up di ossigeno!

 

2017 - Le birre: belle anche fuori!

dopo anni di onorato servizio la grafica viene rivoluzionata. E’ il segno della maturità!
. . .

Team

Nel Team Brewfist ci sono tutti quelli che ci supportano,
di seguito puoi farti un’idea di chi lavora tutti i giorni in Birrificio.

Andrea è il Sales Manager, colui che gestisce i rapporti con i clienti con la fissa del perfezionamento della comunicazione… non un commerciale qualsiasi, forse l’unico a cui piace “sporcarsi” le mani in produzione.

Andrea & Pietro

Fondatori

I due artefici… un legame fortificato dai risultati.

Tutto bello fino a qui per i due fondatori, la verità è che negli anni si sono visti passare davanti montagne di fogli ed ogni giorno li spostano dalla loro visuale per vedere meglio gli obiettivi. La burocrazia è l’ostacolo più grande che anno dopo anno stanno provando a superare.

Basta chiacchiere ora vi presentiamo il nostro Team, ognuno di loro è indispensabile!

Pietro è l’Head Brewer, colui che crea le birre e ha un solo obiettivo quando si sveglia la mattina… quello di migliorarle! Per questo ha fortemente voluto ed ottenuto fin da subito un super controllo qualità.

GABRIELLA PAPPAGALLO

ACCOUNTS MANAGER

FRANCESCA RAPELLI

CUSTOMS ACCOUNTANT

MONICA CIGHETTI

ACCOUNTANT

ROBERTO MAZZA

EXPORT SALES

ANDREA COMOLLA

DOMESTIC SALES

NICOLA ZERMANI

WAREHOUSE ROCK STAR

FEDERICO FERRARI

BREWER

MARCO DI GIOVANNANTONIO

BREWER

DOMENICO CASCONE

BREWER

PAOLO RAFFALDI

BREWER

MATTEO AMBROSETTI

LAB TECHNICIAN

GIORGIO ROMANIELLO

OFFICIAL PUB COORDINATOR

DANIELE TIANO

SOCIAL MEDIA

PIERGIORGIO ALBANESE

BEER EXPERT

Il birrificio

BirrAbout

Notizie, eventi e cose da sapere: i fatti di BrewFist

Nuove Barrels in casa BREWFIST

Il Barrel Aging Program non si ferma più! Pietro, Matteo, Marco, Federico, Domenico e Paolo (a.k.a. Beer Team Brewfist) ci regalano altre due chicche da meditazione:

La prima è The Pilgrim: barley wine invecchiata in botti di Marsala. Se avete amato tanto quanto noi la nostra El Fernando, sappiate che questa sorellina non ha nulla da invidiarle, anzi. Provare per credere.

Fate spazio sullo scaffale anche per la nostra Dr Ray: la X-Ray si è fatta drry, dry vanilla! L’hanno fatta riposare in botti di Nebbiolo con, appunto, bacche di vaniglia a freddo, e un po’ di Brett le ha pure fatto visita. Il risultato è un profumo da Irish coffee e, fra le note più fruttate della vaniglia, esaltate da una leggerissima acidità, un finale secco al palato che vi accompagnerà senza che ve ne accorgiate fino alla fine del penultimo bicchiere. Insomma, questa Dottoressa è pronta a fare lezione.

Ma dopo? Cosa può arrivare che possa ancora stupirvi, voi che le avete provate proprio tutte?
Qui si narra che in botti di Rhum e Bourbon siano addormentate da tempi remoti tre anime oscure.. Sono La Leggenda: tre imperial stout che minacciano di rubare il primato ai loro predecessori. Nascondono (ingredienti) segreti e fra poco si risveglieranno, e ve ne accorgerete.

Paura? Beveteci su.

Cheers!

Read more

Arrivano i rinforzi, la famiglia Daily Brews si allarga!

Prende vita Daily Brews!

Abbiamo qui voluto raccogliere in un’unica linea le nostre birre “quotidiane”: sebbene le India Pale Ale mantengano sempre un posto centrale nella nostra produzione e nel nostro cuore, siamo pronti ad esplorare altri stili, forse più mainstream, ma che siamo convinti potranno avere grande sviluppo nell’attuale mercato artigianale.
Aiutati dai ragazzi di By Volume, abbiamo racchiuso questi gioiellini in etichette che richiamino testate giornalistiche sportive, e le abbiamo battezzate ispirandoci agli sport che più caratterizzano il nostro territorio: il ciclismo prima di tutto, e poi il rugby, la boxe, la pesca.

Tutto nasce da La Bassa, nata il 9 Agosto 2016, proprio in concomitanza col Great British Beer Festival, percui, sicuri del nostro prodotto, volevamo farci notare anche dal popolo UK. Oggi su La Bassa che altro c’è da dire? Voi sapete che è talmente buona da avvicinarsi ai mostri sacri delle basse fermentazioni italiane, e se ancora non lo sapete, vi consigliamo di prendere la bicicletta e correre correre verso la bottiglia più vicina.

Dopo un anno e mezzo, arrivano i rinforzi con la linea al completo della famiglia Daily Brews.

La prima è Il Grillotalpa, simbolo di questa nuova linea: un’american lager coraggiosa fino (quasi) all’incoscienza: 10gr/L tra Simcoe e Centennial, come fosse un tenero placcaggio di Castrogiovanni.

Poi La Mosca, la nostra blanche capolavoro, in simbiosi con la natura: cerali non maltati, spezie e profumi di lievito wit sono in un equilibrio talmente perfetto che nessun sapore prevale sull’altro.

Infine Il Montante, la birra che da noi di Brewfist proprio non ti aspettavi, però eccola qui: una doppelbock che traspira sudore e passione, impegno e fatica. Gustando la tostatura dei malti assieme alla delicata luppolatura capirete che la tecnica è l’unica cosa che conta sul ring.

E allora?

Cheers!

Read more